Crea sito

seo per negati

Realizzazione siti web

L’ottimizzazione dei motori di ricerca può sembrare complicata, ma anche i negati possono utilizzare semplici consigli e trucchi SEO per aumentare il loro posizionamento sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Dal miglioramento dei componenti delle loro pagine web alla registrazione di potenti piattaforme di analisi SEO, i principianti possono facilmente utilizzare le stesse tecniche e gli stessi strumenti degli esperti SEO.

Ecco otto consigli e trucchi SEO che chiunque può fare:

mi raccomando leggi l’articolo fino alla fine 🙂

1. Parole chiave e competitors della ricerca

La ricerca delle parole chiave è essenziale per capire la SEO del tuo sito e quella dei tuoi concorrenti, ma fortunatamente non devi essere un guru della SEO per sapere quali parole chiave usare. Utilizza strumenti gratuiti come SEM Rush per ricercare i tuoi prodotti e servizi relativi alle parole chiave attuali e potenziali, gli argomenti di interesse del tuo pubblico o altri aspetti del SEO. Esiste un limite alle ricerche di parole chiave gratuite al giorno, SEM Rush è utile per vedere le statistiche di parole chiave come la quantità di ricerche mensili per parole chiave mirate e una valutazione della competizione per le frasi. Puoi anche visualizzare un elenco di parole chiave correlate per le frasi che stai cercando per ottenere idee di contenuto.

Inoltre, gli esperti SEM utilizzano strumenti come SEM Rush per ricercare i loro concorrenti. Utilizza la funzionalità Dominio vs Dominio inserendo il dominio del tuo sito e quello di un  concorrente.



Seleziona il tipo di parole chiave che desideri ricercare come parole chiave organiche e vedrai un confronto ravvicinato di questi siti per parola chiave, posizione sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca e altro ancora. Sapendo come impilare la concorrenza, puoi guidare la tua strategia di marketing e contenuti in entrata per superare altri marchi.

2. Usa parole chiave nelle parti più importanti di una pagina

Conosciuto come SEO on-page, l’ottimizzazione di parti specifiche della tua pagina web è la chiave per migliorare il posizionamento delle pagine. Concentrati sul miglioramento della SEO on-page per gli elementi della pagina, tra cui:

  • Titolo della pagina
  • Meta Description
  • Tag H1, H2, H3, ecc
  • URL
  • Testo per collegamenti a pagine all’interno del tuo sito

Assicurati di utilizzare le parole chiave scelte negli aspetti sopra riportati delle tue pagine più importanti per segnalare ai motori di ricerca che i tuoi contenuti sono pertinenti per queste ricerche di parole chiave.

3. Automatizza i tuoi post sui social media

L’automazione è un altro modo in cui gli esperti SEO semplificano la loro vita. Per i social media, pianificano spesso i post in anticipo per continuare ad essere sul radar dei loro follower e tenere il passo con il coinvolgimento.

In Facebook, vai alla scheda Strumenti di pubblicazione e in Post nella barra laterale, puoi visualizzare i tuoi messaggi programmati. Fai clic sul pulsante Crea per inviare messaggi, foto e video e altro con le opzioni per:

Pianificazione: selezionare una data e un’ora per pubblicare i post
Pubblica: pubblica immediatamente i post
Backdate: i post appaiono in una data precedente nella timeline
Salva bozza: salva il post e riprendi in seguito fino a quando non sei pronto per la pubblicazione
Questi strumenti sono ottimi per impostare il tuo calendario dei social media e tenere traccia dei tuoi post pubblicati e non pubblicati.

4. Monitorare le prestazioni con una piattaforma di analisi SEO

Sia che la tua strategia di marketing inbound si concentri sul SEO on-page o sul social media marketing, una piattaforma di analisi SEO può tenere traccia delle prestazioni e dei risultati attuali del tuo piano di marketing.

Google Analytics è una piattaforma di analisi SEO gratuita ma completa che anche i principianti possono utilizzare. Questo strumento suddivide le funzionalità in categorie come Comportamento e Acquisizione per capire da dove proviene il tuo traffico, la quantità di traffico che stai ricevendo e quali delle tue pagine sono più popolari. Ad esempio, in Acquisizione, è possibile visualizzare il numero di visite da fonti organiche come pagine dei risultati dei motori di ricerca, reti di social media o altre fonti.

Mentre esplori tutte le funzionalità che le piattaforme di analisi SEO hanno da offrire, puoi monitorare le principali tendenze nelle visite al traffico e quali pagine attirare maggiormente il traffico in modo da poter affinare la tua strategia di marketing in entrata e concentrarti sulle tue pagine più redditizie.

5. Controlla il numero di siti esterni collegati alle tue pagine

I tuoi link esterni sono un fattore determinante per stabilire se le tue pagine si classificano nella prima pagina di Google o nascoste sotto i risultati di ricerca della concorrenza. Naturalmente, le pagine più collegate da siti esterni sono probabilmente considerate dai motori di ricerca come le più rilevanti e importanti.

Per determinare la popolarità delle tue pagine in base al numero di link esterni, iscriviti a strumenti come Ahrefs, che ti dà risultati per domini in base alla quantità di link al tuo sito e se i siti sono autorevoli. Non è abbastanza per ottenere il maggior numero di link al tuo sito.



Il tuo sito dovrebbe anche guadagnare i link dei siti che sono rispettati e hanno alta autorità nel loro campo o di nicchia.

6. Contatta Influencer per promuovere contenuti o prodotti

Le aziende grandi e piccole possono partecipare a una delle forme più pubblicizzate di marketing inbound: influencer marketing. L’utilizzo di influencer che hanno già conquistato la fiducia o il rispetto di migliaia o milioni di follower per promuovere prodotti e servizi può essere efficace per le aziende che desiderano espandere la propria portata.

Tuttavia, il budget di marketing o altre forme di risarcimento che potresti fornire influenzeranno probabilmente il numero o la popolarità degli influencer che promuovono i tuoi prodotti o servizi.

Alcune star dei social media, come quelle su Instagram, vengono pagate migliaia per post. Ma se non hai il budget per questi influencer di Instagram, puoi comunque attirare l’attenzione di altri account social di alto profilo offrendo prodotti o servizi gratuiti in cambio della loro recensione o dei post sponsorizzati.

7. Creare immagini personalizzate e condivisibili

Le immagini corrette rendono i tuoi contenuti di marketing in ingresso condivisibili, aumentando i tuoi follower sui social media e la quantità di link esterni al tuo sito. Ma non devi essere un grafico per convincere i tuoi follower a condividere i tuoi contenuti.



Usa programmi come Photoshop, Canva o altri software di progettazione grafica per creare immagini come banner, foto di social media e infografiche.

I post con immagini hanno più probabilità di essere condivisi. Secondo l’app dei social media Buffer, i tweet con immagini hanno una percentuale di clic superiore del 18% rispetto ai post che non hanno immagini.

8. Utilizzare l’Alt Text per l’ottimizzazione delle parole chiave

Inserisci le tue parole chiave nella parte di testo alt della tua pagina web.

 

Se ti è piaciuto commenta e condividi l’articolo

leggi anche: 5 tecniche BLACKHAT SEO